L’area mediterranea al centro del dibattito di oggi. Umberto Triulzi, professore di Politica Economica Europea presso la Facoltà di Scienze Politiche della Sapienza di Roma, viene intervistato da Mario Benotti.

Milioni di giovani, che abitano sulle sponde del Mediterraneo, non trovano occupazione e premono sulla frontiera europea rappresentata anche dall’Italia. 

L’Ue deve esportare il modello di inclusione, per lavorare a uno spazio di libero scambio e cooperazione tra i Paesi africani. Soprattutto dopo il “ritiro” diplomatico degli Stati Uniti in questi anni. L’Italia avrebbe un ruolo chiave.

Ciò garantirebbe stabilità, regolamentazione dell’immigrazione e un controllo sanitario lungo il Mediterraneo. Un passo fondamentale per la futura ricostruzione.