In una situazione mai stata così lontana dalla normalità, inutile parlare di “colpe”, cercando di capire chi potrebbe essere il responsabile di tutto ciò.

Ha senso però, capire per quale motivo queste “colpe” siano stato addossate ai giovani, alla movida, ai locali ed ai luoghi di cultura, a discapito di una totale mancanza di controlli sui mezzi pubblici e di apertura parziale degli stadi.

Ho voluto parlarne con i diretti interessati, coloro alla quale vengono addossate le maggiori responsabilità o “irresponsabilità” se così vogliamo chiamarle.

Il Covid-19 ha distrutto e sta distruggendo l’economia italiana, ma la popolazione deve cercare di uscirne, indipendentemente dagli schieramenti o colori politici, provando a Ricostruire il nostro paese.